Aggressività nel gioco

mani-texas-holdem.jpg

L’aggressività nel Texas Hold’em paga. Diventare aggressivi non significa diventare dei pazzi insani di mente che rilanciano ogni cosa e chiamano allin ad ogni mano. Saper usare l’aggressività in maniera proficua nel texas holdem sarà la chiave del tuo successo. Se non vuoi giocare come un cane rabbioso, seguir il consiglio del Capitan Texas Holdem sarà doveroso…e anche sta settimana mi son sparato la rima…

Se vuoi diventare un buon giocatore di poker holdem, dovrai imparare a diventare aggressivo. Ma come introdotto, essere aggressivi non vuol dire giocare sempre e comunque come un fuori di testa.

L’aggressività nel texas holdem, andrebbe letta in una chiave diversa. Essere aggressivi significa essere più propensi a puntare e rilanciare piuttosto che chiamare check e call. Se hai una coppia alta, ad esempio, la maniera passiva di giocarla è quella di chiamare check e lasciare che qualcun altro faccia la puntata, cosicchè vedrai il suo call e successivamente chiamerai check ed ancora call. Queste giocate non saranno per niente produttive e non ti porteranno lontano, in quanto consente ai tuoi avversari di mettere in pratica tutta una serie di azioni con cui controlleranno il tuo gioco. Quando sei sotto controllo dell’avversario sei fortemente svantaggiato in quanto non ti è possibile avere informazioni utili sulle loro mani.

http://texas-holdem.myblog.it/images/freeroll-468.gif

Nel poker holdem, L’unica maniera che hai per contrastare un giocatore aggressivo e quindi evitare che possa prendere il controllo del tuo gioco, è quella di giocar la partita con le stesse armi. Nel gioco del poker a gioco aggressivo devi rispondere aggressivo. Infatti, ad esempio, molte volte per difenderti da una puntata aggressiva in preflop, il cui scopo molto probabilmente sarà quello di rubare i bui, potrai rispondere con un call se non addirittura con un raise. Quello che otterrai sarà un duplice risultato, che da un lato ti renderà più forte nei confronti del giocatore aggressivo di turno, dall’altro, se ti andrà bene, ti consentirà di prendere il controllo del gioco. Ma attenzione pondera sempre le tue mani prima di rilanciare contro un kamikaze impazzito se non vorrai correre rischi inutili. Quando avrai messo i tuoi avversari sulla difensiva, avrai un bel vantaggio psicologico in quanto sarai tu a decidere quanto denaro va aggiunto nel piatto se si vuole giocare contro la nostra mano. Dominato il gioco al tavolo da poker su cui sei seduto, avrai finalmente anche informazioni utili sui tuoi avversari. Infatti il modo in cui i tuoi avversari reagiranno alle tue giocate ti darà moltissime indicazioni sul loro comportamento che potrai utilizzare a tuo vantaggio. Per concludere ricordati sempre che l’aggressività da un valore aggiunto e quindi maggiore forza alla nostra mano di poker.

Alla prossima con un nuovo post sulle strategie del Texas holdem. Ah quasi dimenticavo…buone vacanze di ferragosto dal Capitan Texas Holdem…per chi se le può ancora permettere.

Aggressività nel giocoultima modifica: 2009-08-06T18:19:00+00:00da texas-holdem
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Aggressività nel gioco

  1. ho letto attentamente quello che hai scritto sul poker texano,ma le tue sono frasi da principiante….parli troppo vagamente senza scendere nel particolare.prova a dirmi cosa fai se uno ha una tris in mano al flop piu’ alta della tua…fai l’aggressivo?puoi farlo ma lui fa call…..e tu fai ciao alle tue chip.

  2. A me non sembra proprio da principiante…anzi il tuo commento provocatorio denota una notevole mancanza di cultura del poker. Tu sei vago e riporti un esempio senza descrivere quali carte ci sono nel flop…e poi con “una tris” tuttalpiù potresti darti all’ippicca…

Lascia un commento